Bologna, Donadoni: "Servono maggiore cinismo e intensità"

2017-09-23 13:13:26
Bologna, Donadoni:
Pubblicato il 23 settembre 2017 alle 13:13:26
Categoria: Serie A
Autore: Piergiuseppe Pinto

Dopo un trittico caratterizzato da Fiorentina, Napoli e Inter, il Bologna affronta il Sassuolo nel derby emiliano. L'obiettivo è ripartire da quanto di buono fatto contro i nerazzurri, ma Roberto Donadoni predica calma in conferenza stampa: "Non bisogna pensare all'avversario, altrimenti sai di essere fragile mentalmente. Non dipende dalla casacca dell'avversario che hai di fronte, ma da te stesso. Con l'Inter abbiamo raccolto meno, ma se attribuiamo quanto accaduto alla malasorte non miglioreremo mai, dobbiamo essere più cinici". Molti hanno fatto bene, da Petkovic a Di Francesco, tornato da poco in gruppo, fino ovviamente al migliore in campo, Simone Verdi. "Petkovic ha fatto una buona prestazione martedì, ma è la continuità che ti permette di giocare spesso, parlare di ottima partita è prematuro, così come per Simone non basta una partita per beatificarlo. In ogni caso, si gioca in undici, e questo discorso vale per tutti".

A poche ore dalla sfida con il Sassuolo, c'è da verificare la situazione infortunati: "Su Destro Di Francesco valuteremo oggi, voglio la certezza assoluta, che stiano bene dal punto di vista fisico ma anche mentale. Mattia lo aspettiamo, Federico deve darmi conferme per capire se posso schierarlo. Mi piace che tutti stiano sull'attenti, la competizione interna fa bene, qualcuno avrei voluto utilizzarlo di più. L'importante è che siano consapevoli che non ci sono titolari e riserve, ma tanti giocatori che possono ritagliarsi spazio, servirà disponibilità totale". Spazio poi ad un pensiero sull'avversario di giornata: "Il Sassuolo ha appena vinto, a Cagliari, e questo ha aumentato la loro consapevolezza e la loro autostima, avranno il morale alle stelle. Sarà difficile, dovremo guadagnarci la vittoria, come sempre".

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di Trangancomplex: segnalazioni@datasport.it